Il cuore non aspetta

Live

30 Gennaio Gen 2020 4 months ago

Un recente studio americano ha dimostrato ciò che l’osservazione clinica da tempo ci aveva lasciato intuire: non si può rimandare la prevenzione alla terza età. Valori elevati di colesterolo e pressione arteriosa in gioventù espongono ad alterazioni cardiovascolari che si fanno sentire nei decenni successivi con manifestazioni severe, come infarto miocardico, scompenso cardiaco e ictus.

Il professor Cesare Fiorentini, commenta il tema sulla rubrica “Questioni di cuore” del mensile Live. L'articolo è disponibile nell'allegato di seguito.

Allegati