Opportunità e rischi della "seconda opinione"

La Stampa

10 Dicembre Dic 2019 one month ago

Sempre più spesso una singola diagnosi o terapia non sono sufficienti: tanti pazienti non si sentono tranquilli se non dopo una seconda opinione. È comune anche cardiologia, un ambito in cui l'ansia di avere più pareri è forte. Il Centro Cardiologico Monzino è tra gli istituti che vengono interpellati. Su “La Stampa” il commento del Professor Cesare Fiorentini, Direttore Sviluppo Area Clinica.

L’articolo è disponibile di seguito:

Allegati