News

MHW 2019: i Laboratori per la prevenzione nei giovani

Il video dei laboratori interattivi promossi dal Monzino con il Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano.

5 Novembre Nov 2019 0000 13 days ago

Che cosa c'entra il cuore con l'arte e la matematica? E in che modo i comportamenti quotidiani possono influenzare la nostra salute e il nostro cuore?

Da lunedì 23 settembre a giovedì 26 settembre 2019, il Centro Cardiologico Monzino in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano "Leonardo da Vinci" e l'Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, ha promosso un programma innovativo di attività gratuite per le classi della scuola secondaria di I e II grado, per aiutare i ragazzi a scoprire le risposte a queste domande, in tre laboratori interattivi con attività sperimentali e incontri con esperti:

  • Cibo del cuore, per comprendere il senso di sazietà e le scelte alimentari salutari tramite esperienze interattive;
  • A tutto ritmo, per scoprire che tutto è ritmo, a cominciare dal battito del cuore;
  • Cuore d’artista, per rileggere la complessità del cuore e delle sue connessioni con l'aiuto dei disegni anatomici di Leonardo da Vinci.

Negli ultimi quindici anni, il Monzino ha realizzato attività di prevenzione cardiovascolare in modo strategico, - spiega Pablo Werba, Responsabile Unità di Prevenzione dell’aterosclerosi del Monzino, – iniziando dalle persone che hanno già subito un evento cardiaco (prevenzione secondaria), quindi mettendo in atto iniziative rivolte a tutta la popolazione sana, perché intervengano sui fattori di rischio modificabili per evitare che si produca un evento cardio-vascolare (prevenzione primaria), e oggi dedicandoci a diffondere un messaggio di prevenzione per i più giovani, perché adottino uno stile di vita tale da impedire l’insorgenza dei fattori di rischio (prevenzione primordiale)”.

Perché, “avere una corretta abitudine alimentare fin da giovani, – aggiunge infatti Monica Giroli, nutrizionista presso il Monzino, – aiuta a proteggere il cuore nel tempo”.