News

A che cosa serve la ricerca nel campo dell'imaging

6 Maggio Mag 2019 0000 4 months ago
  • Pontone Preferita Doctor

    Gianluca Pontone

    RESPONSABILE Unità Operativa RM cardiovascolare

    STAFF MEMBER Ecocardiografia, Unità Operativa Radiologia e TAC Cardiovascolare, Unità Operativa Scompenso, Cardiologia Clinica e Cardiologia Riabilitativa

Gianluca Pontone, Responsabile UO RM Cardiovascolare del Monzino, sottolinea l'importanza dell'imaging per definire al meglio i percorsi diagnostici dei pazienti e la necessità di una ricerca costante.


«L’imaging cardiovascolare è quell’insieme di tecniche avanzate che consentono di rifinire al meglio i percorsi diagnostici dei pazienti. Una migliore diagnosi non significa semplicemente incasellare nella posizione migliore il paziente ma poi decidere i percorsi terapeutici e gestionali più appropriati per quel paziente cercando di realizzare quella che oggi viene definita la medicina terapeutica customizzata, cioè targettizzata alle esigenze del singolo soggetto.

L’ottimizzazione delle risorse, terapie giuste per il paziente giusto evitando ciò che non è necessario. Dobbiamo considerare che il consolidato è quello che riempie le nostre giornate cliniche, cioè la cosiddetta routine ma la nostra mente è sempre proiettata ad essere al passo successivo perché le innovazioni devono essere preparate in un lungo periodo di tempo da dati scientifici e da progetti di ricerca perché solo quelli codificano le nuove regole del futuro per la cardiologia moderna.»

Le risorse economiche sono fondamentali perché le ricerche più rigorose sono più costose in termini di organizzazione e strutturazione. Avere i fondi necessari significa riuscire a portare a termine una ricerca efficace e di qualità.

Gianluca Pontone

Sostieni la Ricerca Sanitaria del Centro Cardiologico Monzino IRCCS