COVID-19: le persone con diabete sono a maggior rischio

Appello del Centro Cardiologico Monzino per la Giornata Mondiale del Diabete: non interrompete le cure

12 Novembre Nov 2020 15 days ago
  • Stefano Genovese

Il diabete rende più grave, e a volte letale, l’infezione COVID-19: occorre garantire la continuità di cura per chi soffre di questa malattia cronica, che colpisce 4 milioni di italiani ed è strettamente legata alle malattie cardiovascolari. È il messaggio del Centro Cardiologico Monzino per la Giornata Mondiale del Diabete, che si celebra il 14 novembre.

Per la persona con diabete il rischio di sviluppare infarto o ictus è da 2 a 4 volte più alto che nel resto della popolazione, e il suo rischio cardiovascolare è simile a quello di un paziente che ha avuto un evento cardiovascolare. Per questo il Monzino, soprattutto in epoca Covid, sta adattando e implementando l’Unità di Diabetologia, Endocrinologia e Malattie Metaboliche, guidata dal Dr. Stefano Genovese (in foto).

Per maggiori informazioni, il comunicato stampa è disponibile nell'allegato di seguito:

Allegati