News

Il cuore della donna al centro: nasce "Monzino Women"

Trabattoni Cossetto Tremoli

Una nuova iniziativa del Centro Cardiologico Monzino riservata alle donne. Perché le malattie del cuore colpiscono anche loro.

14 Dicembre Dic 2016 1700 9 months ago

È stato presentato alla stampa lunedì 12 dicembre 2016 il nuovo centro "Monzino Women", dedicato alla diagnosi, alla cura e alla prevenzione specifica delle malattie cardiocircolatorie della donna con fattori di rischio cardiovascolare, ma che non abbia ancora sviluppato manifestazioni cliniche di malattia. Con un'attenzione particolare alla ricerca scientifica e all'educazione/informazione.

In Italia, le malattie cardiovascolari causano la morte di oltre 123.000 donne ogni anno. Il rischio cardiovascolare nella donna va dunque preso molto sul serio. Prima di tutto dalle donne stesse, ma anche dai medici e dalle strutture sanitarie.

Eppure, la medicina attuale è stata costruita a 'misura d’uomo' nella definizione dei fattori di rischio, negli studi clinici e nella sperimentazione di farmaci – spiega la Prof.ssa Elena Tremoli, Direttore Scientifico del Monzino – ma trasferire al genere femminile le evidenze e i meccanismi della malattia cardiovascolare propri del genere maschile risulta spesso penalizzante per la salute della donna. Per esempio, la maggior parte dei farmaci usati per la cura delle malattie cardiovascolari sono stati studiati prevalentemente nell’uomo anche per quanto concerne le dosi impiegate".

Tremoli Small

È fondamentale che le donne acquisiscano coscienza del loro rischio cardiologico individuale, che può essere anche superiore a quello degli uomini. Basti un esempio: le donne fumatrici hanno un rischio fino a cinque volte superiore rispetto ai maschi fumatori di sviluppare danni alle loro arterie e ciò aumenta il loro rischio di infarto miocardico. La stessa coscienza dev’essere estesa al mondo sanitario che ruota intorno al mondo femminile, perché intervenga attivamente nella prevenzione quando la donna è sana, e inquadri correttamente la malattia se diventa paziente.

Prof.ssa Elena Tremoli

Nasce il "Monzino Women"

Trabattoni Small

Da gennaio 2017, le donne over 40 e anche, indipendentemente dall’età, le donne che presentino fattori che aumentano il rischio cardiovascolare come la familiarità, stili di vita scorretti quali fumo e alcol, obesità, diabete o ipertensione in gravidanza, potranno accedere, su richiesta del proprio medico di Medicina Generale, a una prima visita presso il nuovo ambulatorio "Monzino Women", previo uno screening telefonico da parte di operatori del Monzino.

"Il nostro Centro nasce per seguire le donne senza sintomi di malattia", dice la Dr.ssa Daniela Trabattoni, Responsabile Monzino Women.

"Si rivolge principalmente alle over 40 e anche, indipendentemente dall’età, alle donne che presentino fattori che aumentano il rischio cardiovascolare come la familiarità, stili di vita scorretti quali fumo e alcol, obesità, diabete o ipertensione in gravidanza".

"Monzino Women" riunisce le competenze super specialistiche e le tecnologie innovative già presenti nell’ospedale, e le integra con collaborazioni multidisciplinari. Oltre a cardiologo clinico, ipertensivologo, aritmologo ed emodinamista, interagiranno con noi, ove necessario, ginecologo, diabetologo, lipidologo, nutrizionista e psicologo.

Dr.ssa Daniela Trabattoni

"Monzino Women", più di un centro clinico e di ricerca

"Il nostro è un progetto culturale, – precisa Daniela Trabatton, – in primo luogo di cultura scientifica: avvieremo nuove linee di ricerca dedicate ai fattori di rischio specifici della donna e studi clinici che valutino l’efficacia sia di terapie già consolidate per l’uomo, ma meno applicate alla donna, che di terapie innovative. A tutt’oggi, non vi sono studi multicentrici indirizzati esclusivamente alla popolazione femminile e percentualmente il numero di uomini reclutati è sempre superiore a quello delle donne. La scarsa consapevolezza dell’incidenza delle malattie cardiovascolari nelle donne è il peggior nemico della donna stessa. Per fare una corretta informazione e prevenzione bisogna migliorare il rapporto consequenziale fra ricerca, linee guida e divulgazione".

Con "Monzino Women", ci impegneremo nel creare una nuova cultura della prevenzione cardiologica al femminile, con una ampia campagna di comunicazione ed educazione alla salute.

Dr.ssa Daniela Trabattoni