News

Fibrillazione atriale: al Monzino speciale intervento per i casi più complessi

Un’intervista al Prof. Gianluca Polvani

27 Gennaio Gen 2016 0000 3 years ago

I malati di fibrillazione atriale cronica, per cui l’elettrofisiologia da sola non è riuscita a riportare il cuore al giusto ritmo, hanno una speranza in più.

L’équipe di Aritmologia, guidata dal Prof. Claudio Tondo, insieme all’équipe di Cardiochirurgia II, guidata dal Prof. Gianluca Polvani, hanno messo a punto un’innovativa procedura che permette di trattare con successo anche i casi considerati fino a ieri irrecuperabili.

La metodica sviluppata al Centro Cardiologico Monzino unisce le competenze dell’elettrofisiologia e della cardiochirurgia. I risultati di successo ottenuti fino ad ora fanno pensare che la nuova procedura diventerà il trattamento standard che chirurghi e aritmologi dovranno applicare ai pazienti con forme di fibrillazione atriale aggressive e complesse.

Su 100 malati di fibrillazione atriale, infatti, il 10% non guarisce né con i farmaci né con ripetute ablazioni, e la qualità della loro vita è inaccettabile: per questi pazienti è stato messo a punto al Monzino il nuovo intervento “aritmologico-chirurgico” che si svolge nella sala multifunzionale a cuore battente e in toracoscopia 3D. Il trattamento ha effetto immediato: il malato ha fin da subito la sensazione di essere ritornato alla normalità.

Per maggiori informazioni, ASCOLTA L’INTERVISTA al Prof. Gianluca Polvani all'interno del programma radiofonico FizzShow


→ LEGGI LE ALTRE NOTIZIE & NOVITÀ DEL MONZINO

Gianluca Polvani