News

Nuova TC operativa al Monzino: una rivoluzione

La prima installata in Italia, consente di acquisire l’intero cuore in una sola scansione

2 Marzo Mar 2015 0000 5 years ago
  • D. Andreini - M. Pepi
Straordinaria risoluzione spaziale e temporale, acquisizione dell’intero cuore in un solo battito, possibilità di ridurre in modo drastico l’esposizione alle radiazioni ionizzanti e il mezzo di contrasto, miglior comfort per il paziente. Sono le principali caratteristiche della nuova TC, operativa da oggi, 3 marzo, al Centro Cardiologico Monzino. Dall’inizio del 2015, ne sono state installate dieci in tutto il mondo, quattro in Europa, e una sola in Italia, proprio al Monzino. E sarà la prima ad alto volume clinico.

Il nome del dispositivo è “Revolution TC”. Un nome meritato, – secondo Daniele Andreini, responsabile dell’UO TC cardiovascolare del Monzino, – perché l’apparecchiatura rappresenta il meglio della filosofia di sviluppo tecnologico negli ultimi anni. Le sue carte vincenti sono, infatti:
  • un’alta risoluzione spaziale (0,23 millimetri, con riduzione degli artefatti integrata);
  • una velocità di esecuzione elevatissima, per abbreviare la durata dell’acquisizione e poter sottoporre al test anche pazienti con ritmo cardiaco non favorevole;
  • la copertura dell’intero cuore, grazie a un detettore di 16 cm, con la possibilità di acquisire le immagini in una sola scansione.
Dal punto di vista dell’imaging cardiaco, la nuova TC permette di eseguire l’esame in tutti i pazienti, indipendentemente dal loro ritmo cardiaco e dalla loro situazione clinica. L’acquisizione in alta definizione di tutto il cuore in un solo battito, con immagini motion-free delle coronarie, per il calcium score, l’imaging coronarico o per la valutazione della perfusione, può essere eseguita a qualsiasi frequenza cardiaca, con o senza beta-bloccanti.

La nuova TC rappresenta la più importante novità tecnologica dall’introduzione della metodica, –commenta Daniele Andreini. – E il fatto che il Monzino abbia deciso di investire in questa nuova tecnologia, pur in un settore in cui i suoi livelli di prestazione sono già all’avanguardia in Italia e in Europa, dimostra una volta di più quanto il Centro punti a dare il massimo per i suoi pazienti, in termini di efficacia e sensibilità diagnostica e di sicurezza”.

L’expertise formativa del Monzino metterà presto a disposizione degli specialisti radiologi e cardiologi la possibilità di “provare” la nuova macchina e di apprenderne le potenzialità. Continuate a seguirci per non perdere questa opportunità.

Vai all’approfondimento