Aritmologia

Unità Operativa Aritmologia

Quick Facts

L'Unità è altamente specializzata nelle diagnosi e nel trattamento di qualsiasi disturbo del ritmo cardiaco,

Il personale sanitario dell’Unità di Aritmologia è costituito da: 13 medici cardiologi, 10 infermieri dedicati alle sale angiografiche, 11 infermieri e 1 coordinatore infermieristico dedicati alle degenze e 2 impiegati di segreteria.

Nel corso del 2014, sono state effettuate complessivamente 2.379 procedure, di cui 994 di elettrofisiologia, 860 di cardiostimolazione e 490 cardioversioni elettriche esterne.

Tondo Gruppo

L'Unità Operativa di Aritmologia si articola in diverse linee di attività, in particolare:

♦ monitoraggio a distanza di pacemaker e defibrillatori impiantati (home monitoring) ♦ studio e trattamento della fibrillazione atriale ♦ elettrofisiologia clinica ♦ cardiostimolazione.

L’Unità di Aritmologia del Centro Cardiologico Monzino è altamente specializzata nelle diagnosi e nel trattamento di qualsiasi disturbo del ritmo cardiaco, inoltre si distingue per alcune attività particolari:

  • Valutazione elettrofisiologica e ablativa dei pazienti affetti da fibrillazione atriale
  • Mappaggio ed ablazione transcatetere in pazienti affetti da episodi di tachicardia ventricolare
  • Esecuzione di biopsia endomiocardica per la definizione diagnostica (genetica, virale e istologica) di malattie del muscolo cardiaco responsabili di disturbi del ritmo
  • Studio della correlazione tra disturbi del ritmo e malattie neurodistrofiche
  • Impianti di stimolatori biventricolari per pazienti con diverse forme di scompenso cardiaco
  • Possibilità di effettuare interventi antiaritmici di tipo cardiochirurgico
  • Impianto pacemaker senza elettrodi (leadless pacemaker)

Cardiostimolazione

Nell'ambito dell'Unità Operativa di Aritmologia, il servizio di cardiostimolazione offre delle soluzioni di impiantistica estremamente vaste, prevedendo l'impianto più semplice di un pacemaker monocamerale sino all'utilizzo di sistemi di stimolazione più sofisticati e all'avanguardia con le tecnologie più avanzate (stimolatori biventricolari e defibrillatori). I pazienti che necessitano di una valutazione per impianto di uno stimolatore cardiaco afferiscono alla Unità Operativa di Aritmologia anche per la possibilità di eseguire un monitoraggio completo telemetrico dell'elettrocardiogramma in 12 derivazioni.

Il servizio di cardiostimolazione è operativo 24 ore su 24 con reperibilità continua del personale medico e paramedico coinvolto nella struttura. Questo consente di stabilire in un breve lasso di tempo, l'indicazione a sottoporre il paziente ad un impianto di stimolatore definitivo e pertanto di procedere di conseguenza.

In regime di non acuzie, il paziente viene ricoverato elettivamente nel reparto di Aritmologia per una serie di esami prima dell' indicazione definitiva all'impianto di pacemaker.

Oltre alle valutazioni di carattere non invasivo, se si ritiene necessario, il paziente viene sottoposto ad uno studio elettrofisiologico per porre indicazione precisa al tipo di stimolatore e alla modalità di stimolazione più confacente alle caratteristiche cliniche della patologia del paziente. Il medesimo iter diagnostico viene utilizzato anche per quei pazienti affetti da tachiaritmie ventricolari che, per la gravità della loro situazione clinica e per il contesto della loro patologia, necessitano poi di essere sottoposti all'impianto di un cardioverter defibrillatore.


Elettrofisiologia: le ragioni di un’evoluzione

Oggi, la tecnologia ci permette di diagnosticare con sempre maggior precisione le malattie del ritmo cardiaco.

Al Monzino siamo in grado di curare in modo risolutivo molte aritmie, navigando all’interno del cuore nel modo meno invasivo possibile. Oggi possiamo impiantare pacemaker “senza fili” senza ferite chirurgiche né inserimento di cavi elettrici.

Attività di Ricerca

  • Attività di Ricerca

    Oltre all’intensa attività clinica, l’intera Area di Aritmologia è intensamente impegnata in attività di ricerca clinica e sperimentale. Differenti sono le aree di interesse scientifico:

    1. studio della fisiopatologia della fibrillazione atriale nelle diverse manifestazioni cliniche e nei diversi contesti clinici (patologia valvolare, scompenso cardiaco, cardiomiopatia ipertrofica)

    2. ricerca eziopatogenetica delle cardiomiopatie, mediante studio di mappaggio elettroanatomico associato a biopsia endomiocardica per l’analisi genetica, genomica e istologica del tessuto analizzato.

    3. correlazioni genetico-funzionali delle neuropatie e distrofie muscolari con le patologie del ritmo cardiaco e della conduzione dell’impulso elettrico.

    4. valutazione del substrato aritmico nelle diverse forme di cardiopatia, mediante studio di mappaggio elettroanatomico combinato endo-epicardico.

    5. valutazione di diverse forme di energia ablative alternative (energia laser, crioenergia,…) per l’ablazione della fibrillazione atriale sia in ambito sperimentale (studi animali) che in ambito clinico.

    6. studio in collaborazione con la cardiochirurgia per l’ablazione della fibrillazione atriale idiopatica mediante toracoscopia

    7. valutazione clinica di sistemi di navigazione intracavitaria 3-dimensionale senza l’ausilio della radioscopia

    8. valutazione clinica di un sistema di navigazione robotica magnetico per le procedure di mappaggio e di ablazione trans-catetere delle aritmie atriali e ventricolari.

    9. valutazione funzionale delle dissenergie contrattili e delle correlazioni emodinamiche mediante mappaggio non a contatto dell’attivazione elettrica del ventricolo sinistro, per guidare la terapia di re- sincronizzazione.