Imaging cardiovascolare e servizi

Unità Operativa Radiologia

Quick Facts

L'attività clinica del reparto di Radiologia è mirata particolarmente alla definizione di protocolli operativi delle metodiche di diagnosi per immagini, soprattutto la radiologia tradizionale e l'ecografia colordoppler, in rapporto alle attività specifiche del Centro in campo Cardiologico, Chirurgico- Vascolare, Emodinamico, sia in fase diagnostica che di follow-up.

L'unità è dotata di attrezzature per l'esecuzione di esami di:

  • Radiologia tradizionale
  • Ecografia con ecocolordoppler

L'attività clinica del reparto di Radiologia è mirata particolarmente alla definizione di protocolli operativi delle metodiche di diagnosi per immagini, soprattutto la radiologia tradizionale e l'ecografia colordoppler, in rapporto alle attività specifiche del Centro in campo cardiologico, chirurgico-vascolare, emodinamico, sia in fase diagnostica sia di follow-up.

Per gli esami di ecografia internistica si utilizza un apparecchio dedicato con sonda convex dotata di seconda armonica tissutale, con sonda ad alta frequenza per lo studio delle parti molli superficiali e con modulo Color-Doppler.

Inoltre, viene effettuata la metodica ecografica con contrasto, utilizzando MDC volatile (eliminato per vie respiratorie, quindi non sovraccarica la funzionalità renale) e con caratteristiche allergizzanti molto rare, in particolare per lo studio della patologia aortica addominale e per il follow-up delle endoprotesi nella stessa patologia.

L’attività dell'Unità si avvale della collaborazione di medici radiologi e cardiologi specializzati anche in radiologia.

Attività di Ricerca

  • Diversi sono gli argomenti di Ricerca cui l’Area di Imaging Cardiovascolare nel suo complesso si rivolge.

    Questi i principali:

    • superiorità della tecnologia tridimensionale nella valutazione della funzione ventricolare destra e atriale sinistra, del prolasso della mitrale e nel monitoraggio intraoperatorio
    • praticabilità e accuratezza della valutazione non invasiva con TAC coronarica delle arterie coronarie native, stent e bypass aorto-coronarico
    • nuove tecniche di TAC cardiaca con riduzione delle dosi di radiazioni erogate mantenendo un’ accuratezza elevata nella valutazione delle coronarie native e con stent
    • impiego della RMN cardiaca nello sviluppo di nuovi metodi di studio delle cavità cardiache e degli apparati valvolari
    • nuovi approcci di ingegneria biomedica nel valutare l’immagine cardiaca con la tecnologia tridimensionale per meglio seguire il rimodellamento ventricolare dopo cardiochirurgia e studiare la dinamica delle valvole mitralica e aortica
    • collaborazione con altre divisioni dell’Istituto per un approccio multidisciplinare in specifici contesti nella valutazione di pazienti da sottoporre a procedure elettrofisiologiche, terapie per lo scompenso cardiaco, procedure di angioplastica coronarica, cardiochirurgia (in particolare nella chiusura percutanea dell'auricola sinistra, impianto di valvole aortiche per via percutanea o transapicale e riparazione percutanea con clip della valvola mitrale -mitral-clip)