News

Best Oral Abstract Prize SCCT 2019 a Saima Mushtaq

8 Marzo Mar 2019 0000 6 months ago
  • Andreini E TC

    Daniele Andreini

    RESPONSABILE Unità Operativa Radiologia e TAC Cardiovascolare

    STAFF MEMBER Ecocardiografia, Monzino Women , Unità Operativa RM cardiovascolare, Unità Operativa Scompenso, Cardiologia Clinica e Cardiologia Riabilitativa

  • Mushtaq Piccola

    Saima Mushtaq

    STAFF MEMBER Ecocardiografia, Monzino Women , Unità Operativa Radiologia e TAC Cardiovascolare, Unità Operativa RM cardiovascolare

Per uno studio dell’Area Imaging del Monzino sulla CT stress perfusion nelle restenosi di stent.


È andato a Saima Mushtaq, dell’Area Imaging cardiovascolare del Monzino, il Best oral abstract prize del Winter meeting 2019 della Society of Cardiovascular Computed Tomography SCCT), svoltosi a Dublino il 24 e 25 gennaio. Il riconoscimento le è stato attribuito per i risultati preliminari dell’Advantage Study, un nuovo studio del Monzino per confrontare le prestazioni diagnostiche della TC cardiaca con uno scanner di nuova generazione, della TC stress perfusion, e delle due metodiche combinate, con la coronarografia e la FFR (fractional flow reserve) invasiva come standard di riferimento, nei pazienti con stent con indicazione alla coronarografia per sospetta restenosi dello stent o progressione di malattia coronarica.

La TC coronarica è ormai per tutti una metodica affidabile per la diagnosi di malattia coronarica (CAD). Ma nei pazienti con stent coronarici la valutazione rimane impegnativa, in particolare a causa degli artefatti di indurimento del fascio correlato alle maglie degli stent metallic. Anche l’elevato carico aterosclerotico che si associa spesso alla calcificazione della parete vasale dei segmenti non stentati di pazienti con precedente angioplastica, contribuisce a ridurre la performance diagnostica della TC in questo contesto clinico, come accade per i pazienti con un’alta probabilità pretest di CAD. In questi pazienti, il tasso riportato in letteratura di stent non valutabili è di 9-10%.

Analogamente, lo studio della perfusione miocardica mediante stress TC con adenosina è stato recentemente riconosciuto affidabile e accurato per la valutazione del significato funzionale di una stenosi in pazienti con malattia coronarica sconosciuta. Ma, fino a ieri, vi erano pochi dati sulle prestazioni della stress TC perfusion nella valutazione dei pazienti con stent.

In effetti, l’aggiunta della valutazione funzionale a quella anatomica potrebbe essere di grande aiuto per valutare correttamente questi pazienti. L'approccio combinato può migliorare l'accuratezza diagnostica, ma anche la gestione del paziente e la stratificazione prognostica in vista di un ulteriore intervento.

Lo studio dei ricercatori del Monzino viene dunque a colmare una lacuna significativa e ha il vantaggio di fornire una risposta all’”intrigante” domanda se la valutazione combinata anatomica e funzionale con TC e stress TC perfusion possa aumentare le prestazioni diagnostiche (velocità e accuratezza diagnostica) rispetto alla sola TC nell'identificazione dei pazienti stentati con restenosi significative o con stenosi "de novo".

Una caratteristica interessante dello studio è che è stata impiegata una nuova generazione di scanner TC che consente un’alta risoluzione spaziale (0,23 millimetri, con riduzione degli artefatti integrata); una velocità di esecuzione elevatissima, per abbreviare la durata dell’acquisizione e poter sottoporre al test anche pazienti con ritmo cardiaco non favorevole; la copertura dell’intero cuore, grazie a un detettore di 16 cm, con la possibilità di acquisire le immagini in una sola scansione.

Sono stati analizzati i dati di 150 pazienti consecutivi (132 maschi, età media 65±9 anni), con indicazione clinica alla coronarografia per sospetta restenosi dello stent o nuova ostruzione. La dose media assorbita per l’intera valutazione TC (TC e stress perfusion) è stata pari a 4.15±1.5 mSv.

Il poster che è valso il Best oral abstract prize a Saima Mushtaq conclude che, nei pazienti con stent coronarici e indicazione alla coronarografia, la valutazione con stress TC perfusion sembra fattibile e più accurata rispetto alla sola valutazione anatomica con angio TC.


Protocollo di stress CT perfusion miocardica aggiunta a TC a riposo. CCTA: TC cardiaca; CTP: stress TC perfusion.


Riferimenti
1. Mushtaq S, Pontone G, Conte E, Guglielmo M, Baggiano A, Annoni A, Formenti A, Mancini E, Muscogiuri G, Fiorentini C, Bartorelli A, Pepi M, Andreini D. Additional Diagnostic Value of CT Perfusion over Coronary CT Angiography in Stented Patients with Suspected In-stent Restenosis or Coronary Artery Disease Progression: ADVANTAGE study. SCCT winter Dublin 24-25 January 2019.