News

“Innovations in Cardiology”: forte partecipazione del Monzino a un congresso da non perdere

Si tiene a Bari dal 14 al 16 febbraio. Direttori scientifici Andrea Guaricci di Bari e Gianluca Pontone del Monzino.

23 Gennaio Gen 2019 0000 7 months ago
  • Pontone Preferita Doctor

    Gianluca Pontone

    RESPONSABILE Unità Operativa RM cardiovascolare

    STAFF MEMBER Ecocardiografia, Unità Operativa Radiologia e TAC Cardiovascolare, Unità Operativa Scompenso, Cardiologia Clinica e Cardiologia Riabilitativa

È in corso una vera rivoluzione nel campo della diagnostica delle principali cardiopatie. Il nuovo imaging del cuore risponde in maniera del tutto nuova alle esigenze cliniche, cambiando percorsi e protocolli operativi, in funzione del giusto approccio diagnostico e terapeutico. Per esempio, con appropriate tecniche di ecocardiografia cambia la valutazione dello scompenso cardiaco e grazie ai nuovi dispositivi di telecardiologia cambia il monitoraggio del paziente. Persino la valutazione di atleti e sportivi si innova profondamente.

A questa vera e propria rivoluzione è dedicato il Congresso Internazionale “Innovations in Cardiology (when cardiac imaging meets clinical needs)”, che si preannuncia come uno degli appuntamenti scientifici più importanti dell’anno. Si terrò al Nicolaus Hotel di Bari dal 14 al 16 febbraio, per iniziativa di Stefano Favale (Dipartimento dell’Emergenza e dei trapianti d’organo, DETO, Policlinico Consorziale di Bari), – che presiederà il meeting insieme a Sabino Iliceto (Direttore Dipartimento di Scienze Cardiologiche, Toraciche e Vascolari Università di Padova), – e di Andrea Guaricci (DETO, Bari) e Gianluca Pontone (responsabile UO RM del Monzino, – direttori scientifici dell’evento.

Il congresso vedrà una forte partecipazione di specialisti del Monzino, sia nel Board scientifico sia nel programma dei relatori. Oltre a Gianluca Pontone, infatti, saranno presenti Piergiuseppe Agostoni, Mauro Pepi , Claudio Tondo e, naturalmente, una folta rappresentanza dell’Area Imaging dell’Istituto.

Almeno due gli obiettivi dell’incontro, come si legge sul sito del congresso:

  1. offrire un contributo alla crescita culturale necessaria per un'applicazione clinica razionale ed efficace delle nuove tecnologie disponibili e presenti sul territorio;
  2. mettere in luce la necessità di un approccio farmacologico aggressivo nel paziente “vulnerabile”.

“Innovation in Cardiology” si propone come un forum aperto al fine di condividere esperienze e sviluppare percorsi altamente educativi grazie alla partecipazione attiva e al fervido sostegno di un panel internazionale di esperti.

L’evento è accreditato ECM per Anestesia e Rianimazione, Cardiologia, Cardiochirurgia, Medicina Generale (Medico di Famiglia), Medicina Interna, Medicina dello Sport, Radiodiagnostica. L’iscrizione è gratuita. Basta registrarsi sul sito del congresso.

Venerdì 15 si terranno anche cinque sessioni parallele di pratica monotematica, alle quale è ugualmente possibile iscriversi, per un massimo di 30 partecipanti a sessione:

  • 11.00-12.30 - TC cardiaca
  • 12.30-14.00 - Medicina nucleare
  • 14.00-15.30 - Echo 3D
  • 15.30-17.00 - Risonanza magnetica cardiaca
  • 17.00-18.30 - Sessione interattiva: Uno strumento educazionale web based per il training in imaging cardiaco multimodale.


Guarda il commento di Gianluca Pontone