News

Giro del mondo con il diabete: la malattia non deve essere un limite

Il viaggio di Claudio intorno al mondo sostiene la ricerca sul diabete

1 Agosto Ago 2018 0000 20 days ago

Un viaggio di mille giorni, attraversando le frontiere di 44 paesi, senza aerei e con uno scomodo compagno: il diabete di tipo 1.

È l’avventura di Claudio Pellizzeni, ex dirigente di banca che a 32 anni decide di lasciare tutto per seguire il suo sogno: viaggiare per il mondo alla scoperta di luoghi e culture, senza che la sua malattia - di cui soffre da quando è bambino - diventi un limite.

Questo viaggio (descritto nei dettagli nel blog "Trip Therapy") è diventato oggi un documentario: 5 episodi per un totale di 127 minuti che raccontano un percorso romantico attraverso il mondo, tra momenti di estasi e forti difficoltà, passando per l’Asia, l’Australia, le Americhe e un frammento d’Africa.

Si chiama "12 Miles to Happiness" e si può scaricare dal sito: www.12milestohappiness.com

Questo documentario non è semplicemente una storia che racconta il viaggio di Claudio Pelizzeni, e nemmeno il racconto di chi viaggia col diabete:

è la storia di chi si alza ogni mattina e ha come obiettivo quello di raggiungere la propria felicità;

è la storia di chi ogni giorno si impegna per superare a piccoli passi i propri limiti;

è la storia di chi prende le giuste decisioni per se stesso, andando contro tutto e tutti;

è la mia storia;

è la tua storia.

Nicoletta Atzeni - Lifestills Collective - Regista della serie 12 miles to happiness

Parte del ricavato della vendita del documentario sosterrà la ricerca sul diabete e sarà devoluto all’Unità di Diabetologia del Centro Cardiologico Monzino che ha seguito Claudio nella sua avventura.


LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DEL MONZINO