News

Ipertensione, nuovi valori soglia. Cosa significa?

Repubblica TV lo ha chiesto al professor Cesare Fiorentini

22 Marzo Mar 2018 0000 one month ago

Le nuove linee guida statunitensi ipotizzano un ulteriore abbassamento dei valori limite della pressione arteriosa. Cosa significa? E come cambiano le raccomandazioni per i pazienti, se cambiano? Quando è sufficiente modificare lo stile di vita e quando invece è necessario ricorrere ai farmaci?

Repubblica Tv ne ha parlato con il professore Cesare Fiorentini, direttore sviluppo Area clinica del Centro cardiologico Monzino, intervistato da Elvira Naselli.

«Il limite di 130/80, che in passato è stato fissato come valore-soglia dell'ipertensione, sembrava già un riferimento valido e accettabile. Abbassare ulteriormente questo limite è un passo ulteriore che deve essere considerato con attenzione e le cui ragioni richiedono un ulteriore sforzo di chiarimento», commenta il professor Fiorentini, sottolineando anche che la prima azione da considerare per abbassare i valori della pressione è una modifica dello stile di vita che privilegi un'attività fisica "organizzata" e un'attenzione particolare alla dieta e allo stress.

«La soglia dei valori della pressione -conclude Fiorentini- deve essere considerata inoltre valutando le condizioni complessive della persona, la sua storia familiare, il suo stile di vita e la presenza di eventuali altri fattori di rischio o malattie concomitanti».

L'intervista integrale è disponibile QUI