News

“Un cuore per il Burkina”: una nuova missione di SafeHeart Onlus

Bimbi Burkinafaso

Il progetto della Onlus fondata da cardiochirurghi del Monzino vuole contribuire allo sviluppo della Cardiologia e della Cardiochirurgia in un paese in cui la malattia reumatica, con le sue gravi conseguenze cardiologiche, è endemica.

19 Dicembre Dic 2016 0000 one month ago

Una pattuglia di quattro medici di “Safeheart Onlus”, l’associazione senza scopo di lucro fondata da quattro cardiochirurghi del Monzino, e di “Migotigo”, associazione di solidarietà con sede a Cap-d'Ail nel Principato di Monaco, ha portato a termine con successo la prima delicata fase di una nuova missione medico-umanitaria in Burkina Faso.

La delegazione delle due associazioni, di cui faceva parte il Dr. Maurizio Roberto, Aiuto referente dell’UO Cardiochirurgia 1 del Monzino, ha presentato il progetto alle istituzioni locali e ai direttori degli ospedali burkinabesi, individuando un ospedale in particolare: il Centro universitario ospedaliero “Blaise Compaorè”, situato nella periferia della capitale.

Il progetto si chiama “Un cuore per il Burkina” e punta a contribuire allo sviluppo della Cardiologia e della Cardiochirurgia in Burkina, un paese del Centro Africa con un'aspettativa di vita inferiore ai 50 anni e un’età media di 17 anni, dove la malattia reumatica, che causa infiammazione alle articolazioni e degenerazione delle valvole cardiache, malattia contagiosa causata dallo streptococco beta emolitico, è endemica.

Dr. Maurizio Roberto
Ospedale

Il progetto prevede:

  • consultazioni ambulatoriali sul territorio con riscontro di cardiopatie valvolari reumatiche, cardiopatie ipertensive, cardiopatie congenite e dilatative;
  • campagna di screening della malattia reumatica nelle scuole, orfanotrofi, etc;
  • chirurgia cardiaca per quei tanti casi ormai talmente avanzati per cui la terapia medica è purtroppo inutile.

Nel primo trimestre del 2017, la road map del progetto porterà a siglare, presso la capitale Ouagadougou, un accordo tra rappresentanti del ministero della salute burkinabese, dell’ospedale “Blaise Compaorè” e delle associazioni di Migotigo e SafeHeart.

→ Per saperne di più sull’associazione Safeheart Onlus visita il sito dell'Associazione