News

Stabilire la gravità del paziente con scompenso cardiaco

CPET

Il MECKI score è lo strumento elaborato dal Monzino che calcola il rischio di morte per cause cardiovascolari

Lo scompenso cardiaco è relativamente frequente, soprattutto nella popolazione anziana, ed è un fattore di rischio significativo per la morte cardiovascolare. Ma come valutare questo rischio per ogni paziente? Per rispondere nel modo più preciso possibile a questa domanda, il Centro Cardiologico Monzino ha realizzato il MECKI score (Metabolic Exercise, Cardiac, Kidney Index), uno strumento che stima il rischio di morte per cause cardiovascolari o la necessità di urgente trapianto di cuore per pazienti affetti da scompenso cardiaco cronico.

Il MECKI Score è stato messo a punto da un team del Monzino guidato dal Prof. PierGiuseppe Agostoni, Coordinatore dell'Area di cardiologia critica. Lo strumento si basa su dati ottenuti dal test cardiopolmonare uniti ad altri parametri ecocardiografici e di laboratorio, 6 valori in tutto che insieme stabiliscono la gravità del malato nel modo più obiettivo possibile. L'algoritmo sottostante al Mecki Score ha il pregio di sembrare semplice e di non rivelare la complessità che vi è sottesa.

Attualmente il MECKI score è lo strumento più affidabile tra gli score disponibili per la valutazione prognostica dei pazienti con scompenso cardiaco cronico, e si sta affermando sempre di più tra gli specialisti. Si tratta, però, di uno strumento di calcolo riservato esclusivamente al supporto clinico dei medici curanti.

Al fine di non generare allarmismi, il test online sdev'essere eseguito con il proprio medico, sia esso il medico di base o il cardiologo curante, in grado di interpretarne correttamente il risultato ed i relativi effetti sulle terapie. Anche perché è difficile che comunque un paziente abbia a disposizione i valori richiesti, per questo consigliamo comunque di svolgere il test alla presenza di uno specialista.

PierGiuseppe Agostoni

Il MECKI score è accessibile in una APP ottimizzata per iPAD e compatibile con iOS 6.0 e successive, scaricabile da iTunes.

Per consultare le pubblicazioni di riferimento e i Centri coinvolti nello studio all'origine dello score, clicca qui.