Addio protesi: sostituire la valvola aortica con il tessuto del paziente

Polvani Ozaki

Al Centro Cardiologico Monzino i primi interventi in Italia eseguiti con l'innovativa tecnica

16 Marzo Mar 2016 8 months ago

Al Centro Cardiologico Monzino sono stati eseguiti con successo i primi interventi in Italia per sostituire la valvola aortica degenerata utilizzando, al posto della protesi, lo stesso tessuto del cuore del malato. L’operazione è già stata eseguita su due pazienti da Gianluca Polvani, Responsabile dell’U.O. di Cardiochirurgia II, insieme al cardiochirurgo Shigeyuki Ozaki, inventore dell’innovativa tecnica.

La nuova procedura, un "taglia e cuci hi-tech”, permette di creare dal pericardio, la membrana che avvolge e protegge il cuore, tre nuovi lembi aortici che, una volta impiantati sull’anello aortico del paziente, si comportano esattamente come i lembi originari. Al termine della procedura le immagini ecocardiografiche mostrano un perfetto movimento dei lembi valvolari e la totale assenza di insufficienza aortica. Inoltre, trattandosi di tessuto del paziente, questo tipo di sostituzione valvolare non corre il rischio di scatenare eventuali reazioni immunitarie.



Per maggiori informazioni scarica il comunicato stampa

Allegati